Sito di informazioni per il consumatore
Pronostici

Champions League, la situazione delle italiane nei gironi: chi passerà alla fase a eliminazione diretta?

L’edizione 2019/2020 della Champions League sta per entrare nel vivo con le quattro squadre italiane impegnate nelle ultime gare del girone eliminatorio del torneo continentale più prestigioso. Alcuni e alti e bassi hanno condizionato sinora le partite delle squadre tricolori ma, nonostante tutto, per tutte e quattro le rappresentanti della Serie A le porte verso il prosieguo in coppa sono ancora aperte.

Anche per quest’edizione, la fase a gironi di Champions League è giunta al giro di boa e Juventus, Inter, Napoli e l’esordiente Atalanta si apprestano a chiudere questa prima parte del torneo più importante a livello continentale.

Se per gli orobici restano scarse le possibilità di passare il turno, per le altre italiane i giochi sono ancora aperti. Sarà necessario, dunque, riuscire a mettere più punti possibili in cascina nelle prossime settimane. In questo caso le ultime gare di questa prima fase saranno importantissime e tutte da seguire, alla televisione (sia in chiaro che a pagamento) e sul web dove saranno decine i siti che offriranno aggiornamenti in tempo reale di tutte le gare della giornata.

Photo by FrodeCJ

La Dea, dopo il miracolo dello scorso anno e la prima e storica qualificazione in Champions, ha perso le prime tre gare del girone (record negativo per un club italiano). Ancora a zero punti dopo 270 minuti nel girone dove il Manchester City di Pep Guardiola passerà di certo come la prima in classifica, i nerazzurri di Bergamo dovranno per forza di cose battere i croati della Dinamo Zagabria e gli ucraini dello Shakhtar Donetsk per sperare di passare come seconda. Difficile se non impossibile sulla carta ma dalle parti di Bergamo non sono nuovi a miracoli del genere.

Dal nerazzurro di Bergamo al nerazzurro di Milano. L’Inter del tecnico Antonio Conte non può più permettersi passi falsi in Champions League. Se la rincorsa alla qualificazione alla fase a eliminazione diretta è partita nel migliore dei modi con la vittoria in casa contro il Borussia Dortmund, Romelu Lukaku e compagni dovranno vincere obbligatoriamente in Repubblica Ceca contro la Slavia Praga e sperare che il Barcellona, che comanda la classifica del girone, faccia il Barcellona, ovvero vinca contro le dirette avversarie dell’Inter.

Saranno fondamentali per la qualificazione dei nerazzurri la differenza dei gol negli scontri diretti. In ogni caso, il passaggio del turno dell’Inter non sembrerebbe essere in pericolo ma occorrerà mettere da parte alcuni cali di tensione che sinora hanno minato il cammino europeo di capitan Samir Handanovic e compagni.

Photo by Taken

Nel Gruppo E, il Napoli di Carlo Ancelotti non dovrebbe avere particolari problemi per quanto riguarda il discorso qualificazione, in virtù del successo all’esordio contro il Liverpool campione in carica che potrebbe regalare un vantaggio non indifferente ai partenopei negli scontri diretti. Se i Reds e gli Azzurri si contenderanno i primi due posti della classifica, Salisburgo e Genk saranno destinate a lottare per il terzo posto e, dunque, per l’Europa League. Tutto dipenderà dallo scontro di fine novembre quando Lorenzo Insigne e compagni sfileranno sullo storico prato di Anfield con l’obiettivo di portare a casa almeno un punto.

Chiudiamo la nostra rassegna parlando dei campioni d’Italia della Juventus, inseriti nel Gruppo D del torneo continentale. I bianconeri, come il Napoli, stanno vivendo un particolare periodo di forma positivo in Europa. Si tratterà adesso di scoprire quale squadra, tra la Vecchia Signora e l’Atletico Madrid, passerà come prima in classifica. A fine novembre lo scontro diretto.

L’ultimo successo di un club italiano nella più prestigiosa competizione di calcio in Europa risale ormai al 2010 quando fu l’Inter di José Mourinho ad alzare la coppa dalle grandi orecchie. Da allora, portabandiera del tricolore è stata la Juventus che per ben due volte, nel 2015 e nel 2017, è arrivata sino alla finale, tuttavia perdendo in entrambe le occasioni, prima contro il Barcellona e successivamente contro il Real Madrid.

Lascia un commento

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.